Il Territorio che ci circonda

Comacchio e i suoi sette lidi sono un’apprezzata zona balneare e naturalistica della costa emiliana e nei complessivi 20 km circa di costa bassa e sabbiosa, si alternano spiagge libere e stabilimenti attrezzati facilmente raggiungibili in bicicletta.

costa 001
????????????????????????????????????
IMG_4391
IMG_4170

La zona costiera ferrarese è occupata quasi interamente dal “Parco Regionale del Delta del Po” che si estende per 53˙653 ettari tra le province di Ferrara e Ravenna; presenta inoltre una ricchissima biodiversità e può vantare la maggiore estensione italiana di zone umide tutelate.  Nel Parco sono presenti oltre 300 specie di uccelli, tra cui il fenicottero rosa, che, insieme ad alcuni mammiferi, come il “cervo delle dune” del Bosco della Mesola, costituiscono un patrimonio di fauna di elevato valore.

IMG_3454
daini
IMG_4160
IMG_4291

È possibile immergersi in questi ambienti sospesi tra terra ed acqua attraverso percorsi ciclabili che si snodano all’interno di tutto il Parco, comprese le suggestive valli e saline di Comacchio, oppure approfittando delle numerose escursioni in motonave in partenza tutti i giorni verso il cuore delle valli o verso il punto d’incontro tra il grande fiume e il mare.

alba al nettuno 001
IMG_9107
????????????????????????????????????
IMG_4431

Comacchio e il suo territorio offrono numerosi eventi naturalistici, eno-gastronomici e culturali nel corso di tutto l’anno, come la Fiera Internazionale del Birdwatching e del Turismo Naturalistico, la sagra dell’anguilla, la Notte Rosa, il Comacchio Beach Festival, solo per citare i principali.

Cosa Fare - Cosa Vedere

(clic sulle immagini per maggiori informazioni)

Ospedale_degli_Infermi_-_Comacchio

Museo Delta Antico

Il Museo, di nuova apertura, si trova nel settecentesco Ospedale degli Infermi, uno degli edifici più significativi e monumentali del suggestivo centro storico di Comacchio.
All’interno è esposto un ricco patrimonio di beni archeologici provenienti dal territorio, dalle prime testimonianze di epoca protostorica sino al medioevo. Attraverso l’esposizione di quasi duemila reperti, il museo narra la storia dell’antica foce del Po che, con i numerosi canali navigabili e le vie di terra, è stata nei secoli un importante snodo di commerci e di civiltà che collegava il mondo Mediterraneo e l’Europa continentale.
Di particolare rilievo le sezioni dedicate alla città etrusca di Spina, con gli oggetti provenienti dall’abitato e i ricchi corredi delle tombe, al mondo romano, alla nascita di Comacchio nell’alto medioevo come emporio commerciale e sede vescovile. Nel museo, inoltre, è stato trasferito, con un nuovo suggestivo allestimento, il prezioso carico della nave romana di Comacchio.

Manifattura dei Marinati

La Manifattura dei Marinati raccoglie la tradizione e la cultura di Comacchio, una città che da sempre ha uno stretto legame con le sue Valli. La storia e la lavorazione dell’anguilla, infatti, sono per la città lagunare uno degli elementi fondanti della propria cultura; per questo con il recupero del complesso della fabbrica del marinato, incastonato nel centro storico di Comacchio, tutto ciò è tornato ad essere accessibile a tutti. Oggi la Manifattura dei Marinati si articola su oltre milleseicento metri: presenta la Sala dei Fuochi, il cuore dell’intero complesso, in cui sono conservati dodici camini intervallati da nicchie, in cui avveniva, e avviene tutt’oggi la lavorazione dell’Anguilla marinata delle Valli di Comacchio (presidio slow food), la Calata o Fossa, dove approdavano le barche colme di anguilla e pesci destinati alla marinatura, e infine la Sala degli aceti, conservata oggi nel suo stato originario (ma destinata alla ristrutturazione) con i tini e le botti contenenti la concia di sale e aceto necessaria alla lavorazione del pescato.

comacchio_manifattura_dei_marinati_large_1__large
motonave_large

Escursioni in Motonave

Le escursioni in barca sono forse il miglior modo per scoprire le principali oasi naturalistiche del delta del Po, dalla foce del fiume alle Valli di Comacchio, e ammirare l’avifauna che ha reso il parco uno dei più importanti a livello europeo per biodiversità.
I punti di partenza per le escursioni organizzate più vicini ad Ariaperta sono Porto Garibaldi e Comacchio.
Da Porto Garibaldi è possibile sia viaggiare verso l’interno, cioè le valli, che verso la foce del fiume, con una mini-crociera che risalirà la costa sino al delta con sosta sulla spiaggia dell’Isola dell’Amore, l’ultimo lembo di terra che separa il fiume dal mare. A seguire navigazione lungo i rami del Po, con pranzo a bordo a base di pesce.
Da Comacchio partono invece diverse escursioni per le Valli, con possibilità di visite guidate ai casoni da pesca, escursioni in salina, sessioni di birdwatching e anche escursioni miste con tratti in barca e tratti in bicicletta.

Cicloturismo

Il territorio di Comacchio e i suoi dintorni si prestano particolarmente ad essere percorsi in bicicletta: le piste ciclabili sono in continuo aumento e sono presenti anche diversi percorsi immersi in zone di interesse naturalistico. Usciti dal cancello di Ariaperta i principali percorsi da scegliere sono tre.
Dirigendosi verso nord, dopo aver attraversato Lido delle Nazioni ci si inoltra in una pineta che termina al Lido di Volano. Qui è frequente imbattersi nei daini che vivono nella pineta stessa. Proseguendo ancora si può arrivare sino a Goro e al Boscone della Mesola.
Se invece, usciti dal cancello, ci si dirige verso sud si arriva a Porto Garibaldi, dopo aver attraversato i Lidi di Pomposa e Scacchi. Da qui proseguendo verso l’interno si raggiunge Comacchio, dalla quale parte il percorso che conduce alle saline, sito di nidificazione dei fenicotteri; mentre prendendo il traghetto sul porto canale si passa dalla parte dei lidi sud. Dei due, Lido Estensi è quello più “urbano” e animato di negozi, mentre il Lido di Spina è più quieto (almeno di giorno) e arrivando in fondo ed esso si può ammirare la riserva naturale delle Vene di Bellocchio.

WP_000078